Home / Torino e Provincia / Chialamberto / CHIALAMBERTO. Una nuova rete escursionistica in Val d’Ala

CHIALAMBERTO. Una nuova rete escursionistica in Val d’Ala

Una nuova rete escursionistica inaugura l’estate 2018.

Inaugurata al Pian della Mussa il 7 luglio, la bacheca dedicata ai Percorsi Sindonici. Si tratta di poco più di 40 km di sentieri in Val d’Ala che collegano il Colle d’Arnass a Lanzo, passando per il Pian della Mussa, Balme, Ala di Stura, Voragno, Mezzenile e oltre 50 km in Val di Viù partendo dall’Autaret, attraverso Malciaussia, Margone, Usseglio, Venera, Fucine, Richiaglio, Biolaj, Portia fino a Val della Torre.

Le mulattiere, oggi ricollegate, tracciate e segnate con appositi segnavia recanti il simbolo dei Percorsi Sindonici, erano un tempo le principali vie di collegamento da e per la Savoia e l’Alta Moriana. Per poter rendere fruibile la rete escursionistica dei Percorsi Sindonici, ci son voluti quasi cinque anni di lavoro. Partendo dai documenti che testimoniano il passaggio della Sindone in Val d’Ala nel 1535 e in Val di Viù nel 1578, un team formato da sei Club Lions, il Valli di Lanzo (promotore del Service,  il Club Cirié D’Oria, il Settimo, il Torino Crocetta – Duca D’Aosta, il Torino Sabauda ed il Torino Cittadella Ducale del Distretto 108 la, l’associazione ChaTo, lo studio Parole e Segni di Vanni Cagnotto ed il CAI di Lanzo, ha presentato sabato scorso l’intero progetto alla presenza del Consigliere comunale di Balme Diego Pozzato su delega del Sindaco Bruno Dematteis, di Gianni Castagneri in rappresentanza dell’Unione Montana Valli di Lanzo Ceronda e Casternone, nonché i referenti del progetto e di Padre Alberto Magrone dei Padri Scolopi di Ovada.

Le testimonianze raccolte dall’associazione ChaTo e rilegate nel volume “Pellegrinaggio d’autore” edito nel 2013 a cura della giornalista Franca Giusti, costituiscono una sorta di diario di viaggio che è stato lo stimolo per l’iniziativa Lionistica del Service Percorsi Sindonici realizzato dai Lions nel loro primo Centenario. “Un lavoro molto impegnativo – dice Vanni Cagnottoche ha comportato lunghe giornate prima alla riscoperta dei sentieri poi il lavoro di realizzazione mappe, lo studio della grafica ed il posizionamento di oltre 300 segnavia su una rete escursionistica di quasi 100 km. Personalmente, essendo io il punto d’incontro fra tutti i soggetti, sono socio attivo di ChaTo e del CAI, ho dovuto far conciliare le esigenze storiche con quelle sentieristiche”. Essendo stato identificato dai Lions come esperto non solo di montagna ma anche di grafica e comunicazione, Cagnotto ha impostato una sorta di storia a puntate raccontata in 15 bacheche poste tra le Valli d’Ala e di Viù, Malone e Ciriacese, sui dépliant e sul sito web www.percorsisindonici.it e dalle frecce indicatrici posizionate dal CAI.

Il primo incontro con i referenti Lions di cui Riccardo Daghero è coordinatore, è avvenuto due anni fa, in seguito con il CAI ed i Comuni coinvolti si sono pianificati gli incontri successivi. L’idea iniziale era quella di realizzare un tracciato ed una app ma entrambi subito non è stato possibile. L’impegno economico di una app ed il mantenimento nel tempo lasciavano perplessi. L’idea di un centinaio di km da poter percorrere sulle vie Sindoniche ed un Pellegrinaggio sullo stile Santiago è sembrato più vero e ad impatto sociale maggiormente significativo. “l’app si potrà valutare in seguito – dice Cagnottoabbiamo dato preferenza al senso del cammino, passeggiare insieme alla scoperta delle valli”. Trattandosi di montagna, in effetti, le App sono meno pratiche e, forse, meno utilizzabili. Il vantaggio dei sentieri Percorsi Sindonici è l’occasione di una ricaduta benefica sul territorio che può attivare nuove iniziative anche commerciali ed il progetto Percorsi Sindonici è già stato definito dalle autorità locali un “Service di alto profilo sociale”.  L’evento del 7 luglio scorso al Pian della Mussa ha rilanciato il desiderio di trascorrere le giornate all’aperto, in famiglia ed in compagnia, su montagne che ancora riecheggiano le radici Sabaude.

Commenti

Blogger: Claudio Martinelli

Claudio Martinelli
Giornalismo "reale"

Leggi anche

CRONACA. Armi illegali, tre arresti nel Torinese. A Palazzo, Mathi e Lanzo

Continua l’attività di controllo disposta dal Comandante provinciale dei carabinieri di Torino, colonnello Francesco Rizzo, …

CHIAVERANO. Arriva il Carnevale a Teatro con il Circo Wow

Anche al Teatro Bertagnolio di Chiaverano è tempo di carnevale! Domenica 24 febbraio alle 17.30 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *