Redazione

di: Redazione

Home / Piemonte / CESARA. Natale: il paese rinuncia alle luci da 30 anni, soldi in beneficienza

CESARA. Natale: il paese rinuncia alle luci da 30 anni, soldi in beneficienza

luci di natale

Da trent’anni non accende le luminarie, ma raccoglie soldi per aiutare chi ha bisogno.
Cesara, 600 anime sulle colline del lago d’Orta, nel Verbano Cusio Ossola, fino ad oggi ha donato 133 mila euro. “Una scelta provocatoria che dura da decenni” piega don Renato Sacco, il parroco del paese coordinatore nazionale di Pax Christi e tra i primi preti obiettori alle spese militari.
“Gesù nacque a Betlemme – ricorda – il problema è non ridurre il Natale a una Las Vegas”. Ecco perché a Cesara, ogni anno prima di Natale, vengono messi in vendita dei lumini che i residenti poi accendono tutte le domeniche sino all’Epifania.
Lumini ‘benefici’ che permettono di raccogliere annualmente 5-6 mila euro. Soldi, spiega il parroco, che vanno “un po’ ai poveri del nostro territorio, un po’ all’Associazione ‘Salvamamme’ di Roma e un po’ alla popolazione dello Yemen, dove ancora cadono le bombe, anche quelle prodotte in Italia”.

Commenti

Leggi anche

Palagiustizia

TORINO. Avvocato muore per malore davanti al Palagiustizia

E’ morto a poche decine di metri dall’ingresso del Palazzo di Giustizia di Torino, che …

CUNEO. Superalcolici sotto i vestiti, arrestati due settantenni

Rimuovevano le placche antitaccheggio dalle bottiglie dei superalcolici per passare inosservati alle casse del supermercato. …