Home / Sport / Calcio / Calcio. Promozione. Girone A. La Chivasso, la salvezza è sempre più lontana

Calcio. Promozione. Girone A. La Chivasso, la salvezza è sempre più lontana

Era la partita da non sbagliare assolutamente. Invece la domenica che poteva regalare il rilancio alla formazione biancorossa contro una diretta concorrente si è trasformata in quella della disfatta. Non definitiva certo, visto che ci sono da giocare ancora 17 partite, ma adesso la situazione è quasi disperata. I punti da recuperare sulla zona playout (la salvezza diretta al momento è davvero un miraggio a cui solo un visionario potrebbe ambire) è distante 6 punti e nelle ultime due gare del girone di andata capitan Marco Ignazzi e compagni sfideranno Piedimulera e Sparta Novara, squadre di alta classifica. Situazione disperata al termine di una partita che i biancorossi hanno compromesso nella prima frazione di gioco subendo un micidiale uno-due firmato da Caviglia. Nella ripresa l’ingresso di Davide Ignazzi (al rientro dopo un lungo periodo di stop) ha dato la scossa all’undici di Paolo Scirè che grazie a Stroppiana e allo stesso Ignazzi hanno rimesso in equilibrio la contesa. Ma presi dall’entusiasmo i chivassesi si sono fatti infilare ancora da Apicella. La nuova reazione ha portato al pareggio di Borghi che sembrava dare vigore al finale di gara dei chivassesi pronti a dare l’assalto alla prima vittoria in campionato, invece è arrivata la doccia gelata del quarto gol del Dufour Varallo firmato da Nobili che ha spento le velleità biancorosse. La Chivasso ora è atteso da due partite complicate e da due settimane di un mercato che una classifica disastrosa rischiano di rendere ancor più povero e striminzito.

Commenti

Blogger: Roberto Vannicola

Roberto Vannicola
Cinque, Cinque, Cinque

Leggi anche

La vita

La vita La vita miracolosa di un libro è immateriale, ma non per questo “astratta”. …

Calcio. Promozione. Girone D. Il SanMauro riprende la sua corsa

Dopo il mezzo passo falso della scorsa settimana con il Cit Turin, torna a vincere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *