Home / Sport / Calcio / Calcio. Prima Categoria. Girone B. Strambinese che colpo: vince e balza in vetta

Calcio. Prima Categoria. Girone B. Strambinese che colpo: vince e balza in vetta

Grande impresa della Strambinese che batte la Chiavazzese nel big-match e si prende la vetta della classifica. Gli azzurri sono scesi in campo in formazione largamente rimaneggiata, ma con una prova di cuore e orgoglio sono riusciti a strappare una vittoria esaltante. Una partita davvero rocambolesca che ha visto i biellesi padroni del campo per un’ora abbondante, poi dopo aver ribaltato il vantaggio della Strambinese si sono seduti concedendo alla truppa di Massimo Maggio di stravolgere la contesa. Sblocca il match Simone Avetta che su un lungo rilancio brucia la difesa biellese e con un gran diagonale non sbaglia. La Chiavazzese reagisce con veemenza e a cavallo dei due tempi prima pareggia con Varacalli, poi si porta in vantaggio con Piaia. Sembra fatta per i locali, ma la rabberciata Strambinese non molla e sfrutta il calo di intensità della Chiavazzese per riscrivere la storia dell’incontro. Il pareggio è di Vicario che su un assist di Coscia si invola verso Depperu e lo fredda senza pietà. La Chiavazzese prova a reagire e lascia ampi spazi alle ripartenze della Strambinese che non si lascia pregare e ne approfitta in pieno. A 12’ dalla fine Vicario rifinisce per Pallante (entrato in campo da una manciata di secondi) che in mezzo all’area non perdona e con un tocco da biliardo mette a segno il gol-partita. Nel finale la scena è però tutta per Pellitteri che con un doppio intervento nega il 3-3 alla Chiavazzese. Gli azzurri vincono e si ritrovano al primo posto. 

Commenti

Blogger: Roberto Vannicola

Roberto Vannicola
Cinque, Cinque, Cinque

Leggi anche

ATLETICA LEGGERA. Tortu in California per la settima tappa della IAAF Diamond League 2019

“Sono onorato di essere stato invitato Prefontaine Classic, una gara a inviti a cui tutti gli …

STRAMBINO. Fiamme nel fienile di Cordera: “Poteva davvero andare peggio”

“Solo un grosso spavento. Poteva andare sicuramente molto peggio”. A pochi giorni di distanza dall’incendio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *