Home / Piemonte / Biella / BIELLA. Blitz in alloggio a luci rosse, arrestata una donna cinese

BIELLA. Blitz in alloggio a luci rosse, arrestata una donna cinese

Casa d’appuntamenti scoperta dalla Polizia a Biella. Una donna cinese di 46 anni è stata arrestata e portata in carcere a Vercelli, e un suo connazionale, affittuario di un alloggio a Biella ma residente a Milano, è indagato in stato di libertà per il reato di favoreggiamento della prostituzione.
L’operazione è partita dalla denuncia di una sospetta attività a luci rosse in centro città. Un poliziotto, fingendosi cliente, ha così contattato un numero telefonico, risultato di un terzo cittadino cinese con precedenti di polizia in materia di prostituzione, fissando un appuntamento. L’agente è stato accolto dalla donna asiatica che ha contrattato il prezzo per la prestazione sessuale e lo ha invitato a recarsi nella camera da letto ove, ad attenderlo, c’era un’altra donna cinese.
Dopo l’irruzione della squadra mobile nell’alloggio sono state trovate diverse centinaia di preservativi, telefoni cellulari, documenti cartacei di contabilità, un manuale delle frasi da dire ai clienti e 600 euro in contanti.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VERCELLI. A Londra lo aspetta un lavoro, i carabinieri gli pagano il viaggio

Hanno aiutato un senzatetto assicurandogli un pasto caldo, una sistemazione per la notte e pagando …

VERCELLI. Accoltellò moglie da cui si stava separando, condannato

La Corte d’Appello di Torino ha condannato a 8 anni di reclusione Massimiliano Cirillo, il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *